di Manuela Medved –

La dieta militare è attualmente una delle diete dimagranti più popolari al mondo. Aiuta a perdere peso velocemente (fino a 5 kg in una sola settimana!) ed è gratuita: non è necessario acquistare libri, alimenti costosi o integratori.

Ma questa dieta funziona davvero? In questo articolo troverai tutto ciò che devi sapere sulla dieta militare.

In cosa consiste la dieta militare?

Si narra che la dieta militare (chiamata anche dieta di 3 giorni o dieta del gelato) sia stata ideata dai nutrizionisti delle forze armate statunitensi al fine di ottenere rapidamente i soldati in perfetta forma. Tuttavia nessuna istituzione militare o governativa americana ha mai confermato la veridicità di questa notizia.

La dieta militare prevede appunto un piano alimentare di 3 giorni, seguito da 4 giorni liberi, per poi ripetere lo stesso ciclo finché non si raggiungere il proprio peso ideale.

IN SINTESI: la dieta militare è una dieta ipocalorica in grado di favorire una significativa perdita di peso nell’arco di una settimana.

Come funziona la dieta militare?

La dieta militare è suddivisa in 2 fasi per una durata complessiva di 7 giorni.

Durante i primi 3 giorni, è necessario seguire un piano alimentare a basso contenuto calorico sia a colazione, che a pranzo, che a cena. Senza spuntini tra i pasti.

L’apporto calorico totale durante questa fase è di circa 1.100–1.400 calorie al giorno.

E’ molto inferiore rispetto all’apporto medio giornaliero per un adulto, ma puoi controllare il tuo fabbisogno calorico utilizzando il Calcolo del Fabbisogno Calorico (a lato) 

Per i restanti 4 giorni della settimana dovrai mangiare sano, mantenendo basso l’apporto calorico. Seguendo questi consigli

IN SINTESI: la dieta militare prevede per i primi 3 giorni un piano alimentare prestabilito con una restrizione calorica. I restanti 4 giorni con meno restrizioni, ma seguendo una dieta sana.

Il piano dei pasti per i primi 3 giorni

  GIORNO 1 (Circa 1400 calorie) GIORNO 2 (Circa 1200 calorie) GIORNO 3 (Circa 1100 calorie)
Prima colazione

 

  • Una fetta di pane tostato con 2 cucchiai di marmellata a piacere
  • Mezzo pompelmo
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale)
  • Una fetta di pane tostato
  • Un uovo sodo
  • Mezza banana
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
  • Due fette biscottate integrali con 1 cucchiaino di miele (o marmellata)
  • Una piccola mela
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
Pranzo
  • Una fetta di pane tostato
  • 100gr di tonno
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
  • Un uovo sodo225gr di ricotta
  • 5 crakers quadrati integrali
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
  • Una fetta di pane tostato
  • Un uovo cotto come preferisci
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
Cena
  • Una porzione di carne di 85 grammi con 100gr di fagiolini
  • Una piccola mela
  • Mezza banana
  • 215ml di gelato alla vaniglia
  • 350gr di Orata al forno oppure 150gr di prosciutto crudo
  • 100gr di carote e 100gr di broccoli
  • Mezza banana100gr di gelato alla vaniglia
  • 250 gr di tonno
  • Mezza banana
  • 215gr di gelato alla vaniglia

N.B. Ricorda di bere sempre molta acqua.

I restanti 4 giorni

Il resto della settimana prevede una dieta meno restrittiva, ma con alcune limitazioni:

si consiglia di limitare le porzioni e di mantenere l’apporto calorico totale inferiore a 1.500 al giorno. SEGUI QUESTA TABELLA

La dieta militare è sicura?

La dieta militare è sicura per la maggioranza delle persone sane, a patto che non venga prolungata troppo a lungo, in quanto, come si è visto, non garantisce un apporto nutrizionale completo e alla lunga potrebbe causare delle carenze alimentari. Anche per questo è fondamentale che i restanti 4 giorni della dieta (quelli meno restrittivi) vi sia comunque un buon apporto di verdure fresche, frutta di stagione e alimenti di qualità, evitando cibo spazzatura e quello industriale.

In termini di sostenibilità, questa dieta è abbastanza facile da fare. Non prevede un cambiamento di abitudini a lungo termine, ma richiede forza di volontà solo per un breve periodo di tempo.

IN SINTESI: la dieta militare è sicura per le persone sane, ma non dovrebbe essere protratta per lunghi periodi di tempo.

Perdere 5 kg in 7 giorni con la Dieta Militare - Nuovo VibroMassaggiatore a Fasce

Perdere 5 kg in 7 giorni con la Dieta Militare

di Manuela Medved –

La dieta militare è attualmente una delle diete dimagranti più popolari al mondo. Aiuta a perdere peso velocemente (fino a 5 kg in una sola settimana!) ed è gratuita: non è necessario acquistare libri, alimenti costosi o integratori.

Ma questa dieta funziona davvero? In questo articolo troverai tutto ciò che devi sapere sulla dieta militare.

In cosa consiste la dieta militare?

Si narra che la dieta militare (chiamata anche dieta di 3 giorni o dieta del gelato) sia stata ideata dai nutrizionisti delle forze armate statunitensi al fine di ottenere rapidamente i soldati in perfetta forma. Tuttavia nessuna istituzione militare o governativa americana ha mai confermato la veridicità di questa notizia.

La dieta militare prevede appunto un piano alimentare di 3 giorni, seguito da 4 giorni liberi, per poi ripetere lo stesso ciclo finché non si raggiungere il proprio peso ideale.

IN SINTESI: la dieta militare è una dieta ipocalorica in grado di favorire una significativa perdita di peso nell’arco di una settimana.

Come funziona la dieta militare?

La dieta militare è suddivisa in 2 fasi per una durata complessiva di 7 giorni.

Durante i primi 3 giorni, è necessario seguire un piano alimentare a basso contenuto calorico sia a colazione, che a pranzo, che a cena. Senza spuntini tra i pasti.

L’apporto calorico totale durante questa fase è di circa 1.100–1.400 calorie al giorno.

E’ molto inferiore rispetto all’apporto medio giornaliero per un adulto, ma puoi controllare il tuo fabbisogno calorico utilizzando il Calcolo del Fabbisogno Calorico (a lato) 

Per i restanti 4 giorni della settimana dovrai mangiare sano, mantenendo basso l’apporto calorico. Seguendo questi consigli

IN SINTESI: la dieta militare prevede per i primi 3 giorni un piano alimentare prestabilito con una restrizione calorica. I restanti 4 giorni con meno restrizioni, ma seguendo una dieta sana.

Il piano dei pasti per i primi 3 giorni

  GIORNO 1 (Circa 1400 calorie) GIORNO 2 (Circa 1200 calorie) GIORNO 3 (Circa 1100 calorie)
Prima colazione

 

  • Una fetta di pane tostato con 2 cucchiai di marmellata a piacere
  • Mezzo pompelmo
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale)
  • Una fetta di pane tostato
  • Un uovo sodo
  • Mezza banana
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
  • Due fette biscottate integrali con 1 cucchiaino di miele (o marmellata)
  • Una piccola mela
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
Pranzo
  • Una fetta di pane tostato
  • 100gr di tonno
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
  • Un uovo sodo225gr di ricotta
  • 5 crakers quadrati integrali
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
  • Una fetta di pane tostato
  • Un uovo cotto come preferisci
  • Una tazza di caffè d’orzo o tè (opzionale) senza zucchero
Cena
  • Una porzione di carne di 85 grammi con 100gr di fagiolini
  • Una piccola mela
  • Mezza banana
  • 215ml di gelato alla vaniglia
  • 350gr di Orata al forno oppure 150gr di prosciutto crudo
  • 100gr di carote e 100gr di broccoli
  • Mezza banana100gr di gelato alla vaniglia
  • 250 gr di tonno
  • Mezza banana
  • 215gr di gelato alla vaniglia

N.B. Ricorda di bere sempre molta acqua.

I restanti 4 giorni

Il resto della settimana prevede una dieta meno restrittiva, ma con alcune limitazioni:

si consiglia di limitare le porzioni e di mantenere l’apporto calorico totale inferiore a 1.500 al giorno. SEGUI QUESTA TABELLA

La dieta militare è sicura?

La dieta militare è sicura per la maggioranza delle persone sane, a patto che non venga prolungata troppo a lungo, in quanto, come si è visto, non garantisce un apporto nutrizionale completo e alla lunga potrebbe causare delle carenze alimentari. Anche per questo è fondamentale che i restanti 4 giorni della dieta (quelli meno restrittivi) vi sia comunque un buon apporto di verdure fresche, frutta di stagione e alimenti di qualità, evitando cibo spazzatura e quello industriale.

In termini di sostenibilità, questa dieta è abbastanza facile da fare. Non prevede un cambiamento di abitudini a lungo termine, ma richiede forza di volontà solo per un breve periodo di tempo.

IN SINTESI: la dieta militare è sicura per le persone sane, ma non dovrebbe essere protratta per lunghi periodi di tempo.

Lascia un commento